3.

PSICOTERAPIA CORPOREA

Perchè il termine psicoterapia corporea?  In tanti anni di professione, partendo da una formazione psicanalitica ortodossa e piuttosto formale, mi sono reso conto che non può esserci benessere emotivo in  un corpo rigido, in una struttura corporea che ricorda e mantiene il dolore. 

Il malessere emotivo  per esistere ha bisogno di una struttura che lo mantenga e contenga

Una schiena rigida, una mandibola contratta,  un addome teso, una certa compulsività, un'eccessiva lentezza...insomma, ognuno ha una sua struttura fisica che si è formata nella propria vita per poter affrontare al meglio le difficoltà che incontrava. 

Siamo come un terreno antico di milioni di anni. Ci siamo strutturati e costruiti fisicamente creando strutture muscolare e nervose che mantengono e sorreggono la nostra personalità, le nostre debolezze, le nostre rigidità emotive, di pensiero e quindi anche  fisiche. 

Ecco perché dopo anni di terapia tradizionale basata sul solo colloquio, ho sentito, partendo dalla mia storia personale, che la parola spesso non basta. Che noi siamo ciò che mangiamo, ciò che facciamo, le persone che frequentiamo, le rabbie che tratteniamo, i compromessi che accettiamo.

Per questi motivi ho introdotto la dove serve, anche un protocollo molto semplice e pratico, che fornisce alle persone gli strumenti per imparare a stare bene, a destrutturare quella corazza caratteriale-emotiva che contiene le nostre tensioni emotive e psichiche che poi diventano fisiche (mal di schiena, cervicalgia, sintomi da infiammazioni croniche, malattie autoimmuni, gastriti, ulcere, alopecia, ernie, bruxismo, cefalee, colon irritabile, intolleranze alimentare, psoriasi e qualsiasi disturbo correlato allo stato emotivo e tensivo)

Le pratiche sono estremamente semplici e dolci: meditazione, rebirthing, esercizi di respirazione consapevole, massaggio addominale (secondo cervello), stimolazione del nervo vago, ripristino degli equilibri tra sistema simpatico (responsabile di stress, paura, fobie, dipendenze, manie, rabbia, ecc.) e sistema parasimpatico (riparatore dei danni generati dal sistema simpatico, produttore di sostanze legate alla calma, il piacere, il benessere emotivo, ecc.).

Difficoltà di cui occupo

  • Depressione

  • Ansia

  • Ansia da prestazione

  • Stress

  • Problemi di coppia

  • Rabbia e tensioni emotive

  • Conflitti emotivi

  • Malattie e disturbi stress correlati

  • Fobie

  • Attacchi di panico

  • Momenti di disagio emotivo 

  • Separazioni e lutti

  • Malattie psicosomatiche 

  • Disturbi della sfera sessuale

  • Impotenza 

  • Anorgasmia

  • Frigidità

  • Disturbi dell'umore

  • Disturbi maniacali

  • Disturbo ossessivo compulsivo

  • Disturbi di personalità

  • Dipendenze affettive

  • Dipendenze da sostanze

  • Ludopatia

  • Balbuzie

  • Tic

  • Infiammazioni croniche 

  • Cefalee

  • Disturbi del comportamento alimentare

  • Anoressia

  • Bulimia

  • Bing Eating Disorder